studio di psicologia clinica e di psicoterapia - corso trieste 59 a - roma - tel. 347/5904275

Primo colloquio psicologico clinico

 

Riporto di seguito alcuni elementi centrali sui quali si concentra lo psicoterapeuta soprattutto nella fase iniziale del percorso di psicoterapia.

Il terapeuta:

1. ASCOLTA, al fine di stabilire quali sono i problemi della persona, e chiedergli di cercare di esprimerli in termini di obiettivi in ordine di importanza.
La determinazione degli obiettivi comincia nella prima seduta, ma continua per tutta la durata del trattamento, a mano a mano che la persona giunge a vederli in una nuova luce. Tra gli obiettivi più comuni di molte persone ci sono il controllo dell'ansia e della depressione, e il superamento di problemi di funzionamento personale. Quali che siano gli obiettivi, essi vanno stabiliti in modo da prendere in considerazione ciò che sembra realizzabile.

2. SPIEGA E MOSTRA alla persona quello che fa: come si sviluppa il percorso di cura.
Oltre a esaminare gli obiettivi della persona, il terapeuta deve spiegare e illustrare che cosa faranno durante il percorso.

3. PRENDE ACCORDI ESPLICITI sul trattamento.
Tra questi ci saranno anche gli ACCORDI PER IL TRATTAMENTO, tra i quali:
a. Durata di ogni seduta.
b. L'ammontare dell'onorario.
c. Quando e come pagare.
d. Come considerare le sedute mancate.
e. La durata del trattamento.


4. Permette che si sviluppi una RELAZIONE DI FIDUCIA e di COMUNICAZIONE.
Fin dall'inizio e durante tutto il trattamento è di primaria importanza stabilire una buona relazione di lavoro. La relazione di solito avrà un buon inizio già quando il terapeuta si preoccuperà di scoprire gli obiettivi della persona e di fargli capire come il trattamento procederà. La persona di solito tenterà di giudicare se il terapeuta è una persona su cui si può fare affidamento e se può essere d'aiuto.


5. Inizia il PROCESSO DI INDIVIDUAZIONE della base dei principali problemi di relazione e dei sintomi associati.
Già dalle prime sedute il terapeuta comincia a farsi un'idea dei significati più evidenti e persino dei "significati latenti" dei problemi di relazione della persona. Questi problemi sono spesso in rapporto con i sintomi e con gli obiettivi che la persona stabilisce per alleviarli.